• Facebook Black Round
  • LinkedIn base nera
  • Google+ base nera

Via Francesco Guicciardini, 3 - 20129 Milano (IT)

P.IVA 08149270962

Tel: +39/3470520265

© 2014 by ALLOUTLAB

CIAL

 

Cos'è la CIAL (Comunicazione di Inizio Attività Libera) ?

 

La Comunicazione di Inizio Attività Libera (CIAL) è una procedura amministrativa che è stata introdotta dalla legge n. 73 del 2010, nell’ottica di semplificare i procedimenti burocratici in edilizia.

Essa può essere utilizzata quando si devono realizzare quegli interventi definiti di attività a edilizia libera. La legge citata, infatti, ha ampliato la casistica di questi interventi, estendendola da quelli di manutenzione ordinaria anche a quelli di manutenzione straordinaria, che non comportino però modifiche di carattere strutturale o del numero di unità immobiliari.

 

La CIAL o CILA e gli interventi di manutenzione straordinaria

 

Gli interventi di manutenzione straordinaria, invece, sono quelli che comportano lo spostamento delle pareti interne, la sostituzione di infissi con altri aventi caratteristiche diverse, la realizzazione di nuovi impianti o la modifica radicale di quelli esistenti, ad esempio con la loro messa a norma, ecc. In questo caso, invece, è necessaria una CIAL (Comunicazione di inizio Attività Libera), detta anche CILA, ed è richiesto l’intervento di un tecnico abilitato (architetto, ingegnere o geometra).

Infatti alla comunicazione redatta su apposito modulo bisognerà allegare un progetto completo con lo stato ante, intra e post operam, oltre che una relazione asseverata dal professionista attestante la conformità a tutti i requisiti normativi richiesti. Negli interventi di edilizia libera, il tecnico abilitato che redige la relazione da allegare alla comunicazione di inizio lavori non è più obbligato a dichiarare l'assenza di rapporti di dipendenza con l'impresa e con il committente.

A differenza di quanto accadeva con la Dia, in cui bisognava attendere 30 giorni prima di dare inizio ai lavori, con la CILA è possibili incominciare subito.

Se però i lavori di manutenzione straordinaria comportano degli interventi sulle strutture, come la realizzazione di una nuova apertura in un muro portante, o modificano il numero di unità immobiliari, ad esempio da un unico appartamento grande se ne ricavano due più piccoli, è necessario presentare una Scia.

In ogni caso, quindi, prima di procedere a qualunque intervento, vi consiglio di rivolgervi sempre ad un tecnico di vostra fiducia che saprà indicarvi qual è la pratica da seguire ed eviterà errori e multe da pagare.

Nel caso in cui siano stati eseguiti degli interventi edilizi per cui è necessaria la Cila senza la sua presentazione, è previsto il pagamento di una sanzione pecuniaria di 258 euro.

Se, però, l’autore degli interventi li dichiara spontaneamente presentando la comunicazione in un secondo momento, la Cila tardiva, è prevista una riduzione di un terzo di tale sanzione, che sarà quindi pari a 86 euro.

Al termine dei lavori, se ci sono state modifiche della distribuzione interna dell’immobile, come sempre sarà necessario presentare anche la denuncia di variazione catastale.

 

Quando sono necessarie altre autorizzazioni

 

Prima di presentare la comunicazione di inizio lavori o la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), si può richiedere allo Sportello unico per l'edilizia di provvedere all'acquisizione di tutti gli atti di assenso (come l'autorizzazione sismica, paesaggistica, etc.) necessari per l'intervento edilizio. L'interessato può dare inizio ai lavori solo a seguito della comunicazione da parte dello Sportello unico dell'avvenuta acquisizione degli atti di assenso. In questo modo, l'interessato non sarà più obbligato a rivolgersi a diverse pubbliche amministrazioni per acquisire gli atti di assenso, ma unicamente allo Sportello unico, che provvede all'acquisizione degli stessi

 

La Comunicazione di Inizio Attività di Edilizia Libera (CIAL) è un adempimento da presentare nel Comune dove si intendono eseguire opere edilizie di manutenzione straordinaria.

Tali opere possono riguardare modifiche alle unità immobiliari sia all'interno che all'esterno ma in entrambi i casi non devono riguardare le parti strutturali dell'edificio o incrementare i parametri urbanistici o modificare il numero delle unità immobiliari del fabbricato.

 

La CIAL è generalmente costituita da una modulisticaprestampata che ogni Comune mette a disposizione e che abitualmente si può trovare sul sito del Comune. 

Il documento firmato dal committente e da un tecnico abilitato viene consegnato presso gli uffici dell'edilizia privata contestualmente ai disegni relativi al progetto.

 

I tecnici abilitati ad eseguire opere di edilizia ai sensi della CIAL. sono: gli architetti, gli ingegneri e i geometri.