• Facebook Black Round
  • LinkedIn base nera
  • Google+ base nera

Via Francesco Guicciardini, 3 - 20129 Milano (IT)

P.IVA 08149270962

Tel: +39/3470520265

© 2014 by ALLOUTLAB

CATASTO

 

Che cos'è e come funziona il catasto?

 

Il catasto può essere definito il registro degli immobili: l'inventario dei documenti (atti, registri, elementi grafici, disegni) che ha lo scopo di censire e di descrivere i beni immobili (terreni e fabbricati) situati in un determinato territorio.

 

Che differenza esiste tra catasto terreni e fabbricati?

 

In Italia, distinguiamo tra:

·        Catasto Terreni: il registro dei beni rustici, ossia dei terreni agricoli e fabbricati rurali.

·        Catasto Fabbricati: il registro dei fabbricati urbani.

 

Entrambi i catasti sono:

 

·        geometrici: il bene immobile viene rappresentato su una mappa attraverso un rilievo planimetrico.

·        particellari: hanno per unità di rilevamento la particella catastale (Catasto Terreni) e l'unità immobiliare (Catasto Fabbricati)

·        non probatori: non forniscono nessuna prova giuridica della proprietà

 

PLANIMETRIA CATASTALE

 

Cos'è la Planimetria catastale?

 

In Catasto, ogni unità immobiliare viene rappresentata dallaplanimetria catastale (o piantina catastale), ovvero un disegno tecnico che rappresenta in piano uno spazio o una superficie. Infatti, al Catasto ad ogni unità immobiliare corrisponde:

  • un numero identificativo catastale (foglio, particella, subalterno, con relativa categoria, classe, consistenza, rendita, etc. Si tratta di dati riportati nella visura catastale)

  • una planimetria catastale associata

 

A cosa serve la planimetria catastale?

 

La planimetria è un documento indispensabile quando si compra o si vende casa, o quando si stipula un contratto di mutuo casa. Serve quindi sia ai proprietari che ai potenziali acquirenti, per avere informazioni ufficiali su una determinata proprietà immobiliare:

  • se è regolarmente iscritta in Catasto

  • se e come viene rappresentata graficamente

  • se l'indirizzo è esatto

  • qual è la categoria catastale (es. negozio, abitazione, ufficio, ecc.)

  • qual è la relativa rendita catastale su cui calcolare tasse e imposte

 

VISURA CATASTALE

 

Che cosa è la visura catastale?

 

La visura catastale, in Italia, è un documento rilasciato dall'Agenzia delle entrate della Repubblica Italiana e contenente i dati principali di un immobile, fabbricati o terreni, sito sul territorio nazionale.

Un immobile nella visura catastale è identificato da foglio, particella (o mappale) e subalterno del Comune di appartenenza; un terreno da foglio e particella (o mappale).

Nella visura appare, per un immobile, la rendita catastale mentre per un terreno, il reddito dominicale. Con la rendita si calcolano l'imposta sul reddito e le imposte locali, come ad es. l'Imposta comunale sugli immobili. È presente anche il nome del proprietario, o delnudo proprietario, o dell'usufruttuario, ma non c'è valore legale di proprietà (non "probatorio").

Le visure vengono erogate tramite la piattaforma dell' AGENZIA DEL TERRITORIO oggi accorpata nell' AGENZIA DELLE ENTRATE[1]

Dal 1º luglio 2010 è obbligatorio allegare la visura catastale ad ogni compravendita immobiliare.

VOLTURA CATASTALE

 

Cos'è la voltura catastale?

 

La voltura catastale è una denuncia che va obbligatoriamente presentata all’Agenzia delle Entrate-Territorio ogni volta che su un immobile, sia esso un fabbricato o un terreno, avvenga untrasferimento di proprietà o di diritti reali. Ciò può avvenire a seguito di atti tra persone in vita (compravendite, donazioni, decreti di trasferimento, sentenze, etc.), oppure in caso di morte (successione legittima o testamentaria e riunione di usufrutto).

 

A cosa serve?

 

Ai fini fiscali questa denuncia è importante in quanto serve a comunicare all’amministrazione finanziaria che un determinato bene immobile è passato da un soggetto ad un altro, aggiornandone quindi i nominativi. Ad esempio, nel caso classico di una denuncia di successione la domanda di voltura catastale va presentata entro 30 giorni dalla registrazione, presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate-Territorio

VARIAZIONE CATASTALE

 

Cos'è la variazione catastale?

 

La variazione catastale è l'atto di aggiornamento che consente di variare la situazione catastale del singolo immobile, in pratica ogni aggiornamento, rettifica, allineamento, etc viene fatto con una variazione catastale che si redige con il software ministeriale DoCFa. All'interno della variazione catastale troviamo molteplici situazioni.

 

Chi ne ha bisogno?

 

La variazione viene richiesta da tutti i possessori immobiliari che devono apportare aggiornamenti o rettifiche al loro immobile, i casi più frequenti di richieste per la variazione catastale riguardano aggiornamenti a seguito di ristrutturazioni, o rettifiche di superfici ai fini Ici o Tarsu, capita anche di proprietari che hanno presentato atti di aggiornamento e che il catasto non li abbia mai lavorati. Anche questi vengono riproposti come variazione catastale.